Risultati e commenti alla quarta edizione del torneo

E anche la IV edizione di Dimicatores Austri Partes è terminata.
Sinceramente, non credo che un semplice messaggio in questa sede possa esprimere adeguatamente la mia gratitudine per la vostra partecipazione. Gare e seminari si sono svolti in un clima disteso e collaborativo, rendendo piacevole e fruibile l'evento anche per i nuovissimi arrivati delle diverse associazioni. Ciò è stato particolarmente evidente nella competizione a squadre, visto che queste ultime presentavano, talvolta, formazioni miste con atleti di più club.
Con diversi colleghi si è discusso sul campo circa il livello schermistico generale e l'impressione condivisa è stata decisamente positiva: attenzione alla pulizia dei gesti e alla sperimentazione di tecniche documentate.
Sottolineo che non si sono verificati incidenti di sorta: mi sembra una notazione importante data la natura dell'evento. Un risultato ancora più soddisfacente, se pensiamo all'uso dei simulacri in ferro in una delle gare di spada e brocchiere.
Le criticità delle precedenti edizioni sono state decisamente livellate e contenute: arbitraggio semplice ed efficace (fatti salvi occasionali, fisiologici errori, dovuti alla stanchezza); tempistiche contenute entro i limiti della tabella di marcia, con lievi ritardi in un paio di occasioni.
Ringrazio quindi ancora una volta lo staff dell'evento: Matteo Barbato e Domenico Orlando, Antonella De Rago, Stefano Minopoli, Corrado Cafiero, Lorenzo Acampora, Gaetano Savarese, Daniele Natale, Alberto Altieri, Flavia Fiorinelli e tutti gli amici che si sono prestati per l'arbitraggio, come Simone Maione, Angelo Migliore e altri.
La piccola squadra della logistica di Rosa e Spada si è trattenuta quasi fino alle 22.00 per risistemare tutte le attrezzature e questo sforzo finale è stato particolarmente gradito: Nicola Rondinella, Mario de Iorio, Mario Pugliese, Alessandro Esposito, Dario Gallo e Armando Viggiani.
Per quanto riguarda le gare, riporto di seguito i risultati, con i miei personali e vivissimi complimenti a tutti gli atleti, sul podio e non.

SPADA DA LATO A SQUADRE:

  1. I° classificato: Compagnia della Rosa e della Spada (Manzella, Argenzio, Ferrari)
  2. II°classificato: Compagnia della Rosa e della Spada (Di Lucrezia, De Iorio, Rondinella)
  3. III°classificato: Compagnia della Rosa e della Spada (Goione, Porrino, Viggiani)

SPADA E BROCCHIERO NYLON:
  1. I° classificato: Nicola Rondinella (Compagnia della Rosa e della Spada)
  2. II° classificato: Mario de Iorio (Compagnia della Rosa e della Spada)
  3. III° classificato: Luca Porrino (Compagnia della Rosa e della Spada)

SPADA E BROCCHIERO FERRO:
  1. I° classificato: Mario de Iorio (Compagnia della Rosa e della Spada)
  2. II° classificato: Roberto Ferrari (Compagnia della Rosa e della Spada)
  3. III° classificato: Danilo Goione (Compagnia della Rosa e della Spada)

SPADA A DUE MANI:
  1. I° classificato: Giuseppe Scherillo (Sala Scherma Storica Circolo Nautico Posillipo)
  2. II°classificato: Matteo Barbato (Sala Scherma Storica Circolo Nautico Posillipo)
  3. III° classificato: Luca Porrino (Compagnia della Rosa e della Spada)


Vi saluto a nome dello staff e delle associazioni organizzatrici, sperando che anche voi siate tornati alla quotidianità arricchiti per l'esperienza e contenti per la partecipazione.
Velis Nolisve

PS: se avete feedback e suggerimenti, vi invito a scriverci a iscrizioni@schermastorica.org. Cresciamo anche grazie ai vostri suggerimenti e alle vostre critiche!




Risultati e commenti alla terza edizione del torneo

La gallery fotografica è disponibile alla pagina Facebook del Coordinamento Scherma Storica Campania a questo link.

E anche la terza edizione di Dimicatores Austri Partes è conclusa. Come organizzatore è mio dovere un giro di saluti per gli ospiti, i partecipanti e così via. Sinceramente, credo che un semplice messaggio in questa sede non possa esprimere adeguatamente la mia gratitudine per il vostro intervento, vorrei quindi che consideraste quanto segue solo come un piccolo frammento di ciò che sento.
Prima di tutto lasciatemi dire che, a parte una storta, l'evento si è svolto senza incidenti di rilievo: mi sembra un importante traguardo visto il tipo di competizione. Un risultato ancora più soddisfacente se pensiamo all'introduzione dei simulacri in ferro nella gara a squadre.
Come ho avuto modo di notare anche sul campo, il livello schermistico in gara è cresciuto ancora, con moto naturale, ma mai scontato, e segno di una ulteriore maturazione del nostro settore. Ho rilevato più competitività rispetto alla precedente edizione, ma anche molte più segnalazioni circa l'efficace esecuzione di specifiche tecniche documentate. Un traguardo di cui possiamo andare fieri, vista la natura della nostra disciplina. Note estremamente positive sono infine giunte sulla competizione a squadre, per il clima di disteso confronto combinato a meravigliosi testa a testa di elevata qualità tecnica, come nell'emozionante finale.
Le criticità emerse, ancora una volta, sono quelle ormai individuate per il nostro settore, non avendo ovviamente arbitri professionisti che sappiano gestire adeguatamente ogni aspetto della gara. A maggior ragione ringrazio chi si è prestato a svolgere tale delicato ruolo, contribuendo in maniera sostanziale alla riuscita del torneo (Lorenzo Acampora, Domenico Orlando, Gianluigi Trignano, Matteo Barbato, Andrea Morini, Alberto Brandi e molti altri).
Un ringraziamento va agli amici dei Cavalieri del Giglio e del Circolo Nautico Posillipo, compagni ormai rodati in quest'avventura, e ai ragazzi di Rosa e Spada, sempre disponibili e attivi fino alla fine, anche dopo che "i riflettori" si sono spenti. Alcuni di loro hanno sacrificato anche la partecipazione come atleti per aiutare in qualità di membri dello staff. In particolare grazie a Lorenzo, Antonella, Ivan, Armando per il lavoro sul campo, a Roberto, Alberto, Mirko, Davide, Rosaria, per la logistica.
Grazie a Francesco Lodà e Luigi Grillo, per il loro intervento ad Austri Partes e per i sempre utili feedback, un altro passo sul lungo percorso che stiamo affrontando insieme.
Un abbraccio fortissimo e un ringraziamento speciale ad Andrea Morini, Andrea Rudatis e Roberto Gotti. La qualità dei loro seminari, la capacità di trasmettere in poco tempo, e con grande passione, anni di studi, per me, come insegnante, rimangono elementi altamente qualificanti per l' evento. Ho ricevuto solo commenti positivi e ho visto gli sguardi sognanti e soddisfatti dei ragazzi dopo i vostri interventi. Se a questo aggiungiamo anche le trasferte affrontate, mi pare che il quadro sia completo.
Che dire poi della mostra di maschere allestita da Roberto Gotti? Ancora una volta ha dimostrato la sua generosità, trasportando e mettendo a rischio una parte della collezione. Pezzi veramente straordinari. Grazie.
Quest'anno si è rinnovata la professionale e sempre cortese presenza di Riccardo Vitale, che mi ha stupito con alcuni dei suoi prodotti. Per essere da noi ha dovuto affrontare non poche tribolazioni e spero vivamente di averlo sempre ad Austri Partes.
Tutti avete potuto costatare la qualità del lavoro di un altro professionista, Rodolfo Tanara, la sua serietà e la sua bravura lo porteranno molto lontano e gli faccio i miei migliori auguri. Anche lui non viene da dietro l'angolo ma qui si troverà sempre a casa.
Per quanto riguarda le gare, riporto di seguito i risultati, con i miei personali e vivissimi complimenti a tutti gli atleti, sul podio e non:

Spada da Lato
  1. I° classificato: Nicola Rondinella (Compagnia della Rosa e della Spada)
  2. II° classificato: Francesco Lodà (Accademia Romana d'Armi)
  3. III° classificato: Benedetto Antonio Colombo (SAAM Roma)

Spada e Brocchiere
  1. I° classificato: Jacopo Penso (La Sala delle Armi)
  2. II° classificato: Stefano Minopoli (Compagnia della Rosa e della Spada)
  3. III° classificato: Danilo Quibrino (Cavalieri de li terre Tarentine)

Spada da Lato a Squadre (ferro)
  1. I° classificato: Accademia Romana D'Arme (Lodà, Moscatelli, Carfagna)
  2. II° classificato: Compagnia della Rosa e della Spada squadra 1 (Rondinella, Argenzio, Porrino, De Iorio)
  3. III° classificato: Compagnia della Rosa e della Spada squadra 2 (Frallicciardi, Fosso, Minopoli, Goione)

Spada a due mani
  1. I° classificato: Matteo Barbato (Sala Scherma Storica Circolo Nautico Posillipo)
  2. II° classificato: Mario de Iorio (Compagnia della Rosa e della Spada)
  3. III° classificato: Alex Iasiello (Compagnia della Rosa e della Spada)

*Come annunciato in occasione delle premiazioni, la direzione di gara ha rilevato delle imprecisioni formali nell'arbitraggio della finale di spada da lato (nylon), tra cui un uso improprio dei filmati, giustamente segnalate. La direzione ha quindi deciso di considerare il primo e secondo posto alla pari, nonostante il verdetto dell'arbitro che pro-forma riportiamo.

Sono stati giorni impegnativi, dovendo coordinare e gestire molte cose, ma sono tornato a casa carico di bei ricordi. L'unico grande rammarico è di non aver potuto dedicare più tempo ad ognuno di voi.
Spero quindi di rivedervi tutti presto. Vi saluto a nome dello staff e delle associazioni organizzatrici, sperando che anche voi siate tornati alla quotidianità arricchiti per l'esperienza e contenti per la partecipazione.

Velis Nolisve
Marco de Filippo

PS: se avete feedback e suggerimenti, vi invito a scriverci a iscrizioni@schermastorica.org. Cresciamo anche grazie ai vostri suggerimenti e alle vostre critiche!



Risultati e commenti alla seconda edizione del torneo

La gallery fotografica è disponibile alla pagina Facebook del Coordinamento Scherma Storica Campania a questo link.

Cari amici, siamo giunti veramente alla conclusione. Sono stati due giorni molto intensi, ricchi di ospiti, gare, confronti. Certo, siamo orgogliosi dei numeri di Austri Partes 2014, poiché tra gli 87 partecipanti, gli istruttori e lo staff abbiamo raccolto un centinaio di persone intorno alla nostra meravigliosa Arte. La cosa che ci rende più felici, tuttavia, è l'atmosfera di serena collaborazione, condivisione e confronto, vero pilastro per la comune crescita. Non è un risultato scontato, se pensiamo alle differenze di impostazione, talvolta consistenti, che ci contraddistinguono. Forse c'è altro che, nel profondo, ci unisce. Al di là del dibattito, delle discussioni, anche animate, che giustamente fanno parte del processo di maturazione delle arti marziali storiche nel nostro amato paese, vedere tante realtà diverse sul campo, insieme, è stato uno spettacolo estremamente gratificante. Concludo con un sorriso. “Fate gli fatti che parole non ano loco”, ammonisce il mio Fiore preferito, quello de'Liberi: noi un po' di fatti li abbiamo portati sotto gli occhi di tutti e direi, quindi, che possiamo permetterci di dire qualcosa. Non sarà tuttavia un vanto borioso per il successo dell'evento, ma un ringraziamento affettuoso e sincero a tutte le realtà e professionalità che sono intervenute.
Ringrazio prima di tutto gli istruttori che hanno condiviso il proprio sapere, mettendosi in discussione e facendo scherma e cultura, cioè Arte: Francesco Lodà, Marco Rubboli, Andrea Rudatis, Vito Maglie e Roberto Gotti. Quest'ultimo va ringraziato ulteriormente per la sua generosità, disponibilità, pazienza, poiché il regalo che ha fatto a tutti noi con la mostra è unico, soprattutto se ricordiamo che non vive a pochi passi.
Grazie all'Accademia Nazionale di Scherma di Napoli per il patrocinio dell'evento, per il supporto logistico e morale. Un grazie particolare va al vicepresidente M° Aldo Cuomo e al segretario M° Emilio Basile per la visita e per la disponibilità. Grazie ad Andrea Morini e Riccardo Rudilosso per la loro amicizia e per l'aiuto che sempre, con animo lieto, ci forniscono. Salutiamo e ringraziamo Riccardo Vitale, che con il suo stand ha arricchito la manifestazione e, ne siamo sicuri, fatto la felicità di qualche marzialista.
Grazie, infine, a tutte le associazioni intervenute: Sala d'Arme Achille Marozzo, Accademia Romana D'Armi, Guardia di Croce, Societas Duellatorum, Cavalieri de li terre Tarentine, Arma Mentis, Accademia Marziale Europea, Sala d'Arme Fiore de Liberi, Ars Monomachia, Mos Ferri.
Come sapete, Austri Partes è una manifestazione che nasce dalla collaborazione tra La Compagnia della Rosa e della Spada, La sala di scherma storica del Circolo Nautico Posillipo, I Cavalieri del Giglio, L'Ordine del Lupo e la SAAM Napoli-Salerno. In attesa delle foto, vi salutiamo a nome di tutto lo staff e vi aspettiamo per l'edizione del 2015!

Marco de Filippo



Esiti delle gare:

Spada da Lato
  1. I° classificato: Benedetto Antonio Colombo (SAAM Roma)
  2. II° classificato: Mirko Manzella (Compagnia Rosa e Spada)
  3. III° classificato: Gabriele Vozza (Cavalieri Terre Tarantine)

Spada e Brocchiere
  1. I° classificato: Flavio Esposito (Compagnia Rosa e Spada)
  2. II° classificato: Danilo Quibrino (Cavalieri Terre Tarentine)
  3. III° classificato: Benedetto Antonio Colombo (SAAM Roma)

Spada a due mani
  1. I° classificato: Lorenzo Acampora (Compagnia Rosa e Spada)
  2. II° classificato: Matteo Barbato (Scherma Storica CNP)
  3. III° classificato: Nicola Rondinella (Compagnia Rosa e Spada)
designed by Bender